19122018GOODNEWS:

Al monastero Santa Chiara la testimonianza sull’«atleta di Dio»

di Alessandro Rapisarda

C’era anche Rosa Baglieri, la sorella di Nino “l’atleta di Dio”, a Biancavilla per partecipare agli esercizi spirituali per i giovani, ogni anno voluti dal monastero Santa Chiara, in un clima di attesa e meditazione.

A guidare la meditazione è stato padre Nino La Manna, che ormai da anni svolge il suo ministero con i giovani alla guida dell’oratorio del Rosario di Adrano.

Rosa Baglieri ha senz’altro arricchito gli argomenti che moltissimi giovani biancavillesi ascoltano in questo evento preparatorio alla Pasqua, raccontando in prima persona la storia del fratello, con sentimenti e aspetti che solo un familiare riesce a descrivere.

Rosa Baglieri

Una figura, quella di Nino, già nota ai biancavillesi, anche grazie al lavoro del Cgs Life, che nei giorni scorsi ha portato al teatro “La Fenice” il musical “L’atleta di Dio”, registrando un vero e proprio pienone.

Nino era un modicano, vittima di un incidente sul lavoro e costretto a stare su una sedia a rotelle. Ma con una grande forza, che fino alla sua morte, avvenuta nel 2007 all’età di 55 anni, lo ha spinto a testimoniare il messaggio evangelico, oltre ogni frontiera fisica.

Un instancabile “atleta” (vestito con tuta e scarpette sul letto di morte, come lui aveva voluto), a cui la Chiesa ha riconosciuto il titolo di “servo di Dio”. Il suo esempio condiviso con i giovani di Biancavilla in una chiesa del monastero Santa Chiara affollata.

Il raccoglimento al monastero è stato preceduto da una marcia giovanile, partita dalla parrocchia San Salvatore. Gli esercizi spirituali finiranno giovedì. Previsti in questi giorni anche un momento per le confessioni dei ragazzi, alla presenza di sacerdoti della zona, e un momento di adorazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO