Connettiti con

Chiesa

San Pasquale, la messa rivolta ai carabinieri e alla polizia municipale

Pubblicato

il

messa-per-san-pasquale-con-forze-dell-ordine

Un momento della celebrazione (foto Alessandro Zappalà)

Novena, al convento di Biancavilla, per San Pasquale Baylon: ogni giorno santa messa con particolare attenzione alle forze dell’ordine e ai commercianti ed artigiani del paese. La prima celebrazione di frate Antonio Vitanza è stata principalmente rivolta ai carabinieri e alla polizia municipale.

Presenti, tra gli altri, il nuovo comandante della stazione biancavillese, mar. Roberto Rapisarda, insediatosi formalmente il 30 marzo, ed il comandante dei vigili urbani, Vincenzo Lanaia. Fra’ Antonio ha impartito una benedizione speciale, ringraziando le forze dell’ordine per il servizio svolto nel territorio. Le celebrazioni, animate dal coro del convento, proseguiranno per i panificatori, i baristi, i fiorai, i macellai, i fruttivendoli e gli allevatori.

Il clou, il 16 maggio con processione del simulacro di San Pasquale, secondo il seguente percorso: piazza San Francesco, via Cristoforo Colombo, piazza Sgriccio, viale dei Fiori, vie dei Girasoli, dei Garofani, dell’Uva, di nuovo viale dei Fiori, vie delle Gardenie, delle Margherite, dei Giacinti, dell’Edera, piazza Sgriccio, quindi via Cristoforo Colombo fino in piazza San Francesco per il rientro in chiesa.

Infine, il 17 maggio, per l’ascensione, dopo la santa messa, processione eucaristica in onore ancora a San Pasquale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiesa

Azione Cattolica verso il tesseramento tra momenti di preghiera e solidarietà

Nella chiesa dell’Annunziata promossa una raccolta alimentare per le famiglie bisognose

Pubblicato

il

di GIUSEPPE GUGLIUZZO

Momento di preghiera e ritrovo dei giovani e degli adulti dell’Azione Cattolica di Biancavilla, nella chiesa Annunziata. Appuntamento che si ripete ogni anno, in preparazione alla festa del tesseramento, che avverrà l’8 dicembre.

«Vogliamo esprimere così il nostro “sì” a Gesù e all’Azione Cattolica. I mesi che abbiamo attraversato sono stati drammatici, sperimentando una grande fatica, ma abbiamo pure scoperto, forse, nuove opportunità», dice la responsabile vicariale Franca Papotto, eletta quasi un anno fa.

I giovani dell’Azione Cattolica, a causa dell’emergenza Covid, si sono radunati – e continuano a farlo – online. Alcuni, invece, in presenza. Non hanno smesso di incontrarsi, parlare tra di loro e con gli animatori.

Continua Papotto: «Stiamo sperimentando la fraternità che ci rende solidali, la responsabilità verso gli altri e verso la casa comune, ma anche l’educazione, l’impegno a conservare o ricostruire legami di bontà e sensibilità verso i piccoli e gli scartati».

L’Azione Cattolica sta promuovendo in questo periodo opere di carità: fino a martedì otto, presso la chiesa Annunziata, sarà possibile raccogliere alimenti a lunga conservazione per le famiglie bisognose del territorio parrocchiale.

Una realtà, quella dell’Azione Cattolica a Biancavilla, che ha un forte radicamento storico: allo stato attuale conta – tra simpatizzanti e tesserati – più di trecento persone ed è presente in quattro parrocchie (chiesa madre, Annunziata, Sacro cuore e San Salvatore).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili