Connettiti con

Biancavilla siamo noi

Senza illuminazione e segnaletica: incrocio pericoloso in via Colombo

Pubblicato

il

Blog Biancavilla siamo noi

Vorrei segnalare una situazione di pericolo che esiste tra via Cristoforo Colombo e via Sacro Cuore, dopo l’ultimazione della stazione della metropolita.

In quell’incrocio non è stato rimesso un palo della pubblica illuminazione e manca tutta la segnaletica stradale, cioè i passaggi pedonali e lo stop che erano prima presenti.

Si spera di sollecitare l’amministrazione a ripristinare lo stato della sicurezza. Grazie!

Si veda le due foto allegate.

Francesco Greco

incrocio-pericoloso-via-colombo-via-sacro-cuoreincrocio-pericoloso-via-colombo-via-sacro-cuore2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
2 Commenti

2 Commenti

  1. Cinzia

    12 Gennaio 2015 at 0:57

    Non capisco perché bisogna arrivare alle segnalazioni pubbliche per risolvere le cose. Se non sbaglio il sindaco sta nei paraggi e quindi cosa fa non si è accorto del problema o c’è bisogno ogni volta di arrivare alle lamentele per risolvere un problema banale (ma importante) come questo?

  2. Vincenzo Greco

    11 Gennaio 2015 at 15:33

    Effettivamente questo incrocio è pericoloso. Ricordo che prima dell’installazione
    della nuova illuminazione, proprio nel punto in cui è stata fatta la
    foto in oggetto, c’era un palo della vecchia illuminazione stradale che
    con la nuova non è stato ripristinato, Chiedo agli addetti ai lavori di
    sollecitare chi di dovere, così che venga nuovamente installato il palo
    dell’illuminazione stradale in primis e se possibile, il condizionale è
    d’obbligo, successivamente o meglio allo stesso tempo di ripristinare i
    cartelli stradali e le strisce pedonali. Ciò a prevenire qualsiasi
    incidente a persone e cose. Ringrazio anticipatamente a chi prenderà a
    cuore questa richiesta, di cui è nostro diritto in quanto ogni famiglia
    al mese fa il suo dovere pagando più tasse che altro, ma questo è
    un’altro discorso.., saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Biancavilla siamo noi

«Chiusi in casa per causa Covid, nessuna risposta dagli operatori Usca»

Segnalazione di una mamma di Biancavilla: «Trattati come carne da macello, siamo esasperati»

Pubblicato

il

Devo segnalare, purtroppo, la mancanza di rispetto da parte degli operatori Usca. Mi sono ritrovata a dovere fare due telefonate di 50 minuti. Sono stata in attesa a lungo, senza ricevere risposta. Siamo persone che abbiamo necessità, dovuta a questo maledetto virus. Stiamo soffrendo a restare chiusi a casa.

Abbiamo chiamato per correggere degli errori fatti da loro, avendo messo in quarantena persone con ciclo vaccinale completo. Eppure non si degnano a risponderci.

Per favore, evidenziate questa situazione, nella quale si trovano altri come noi. Per favore, non siamo carne da macello. Non è giusto che veniamo trattati in questo modo al punto da esasperarci. Siamo persone che abbiamo bisogno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

I più letti

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili