Connettiti con

Cronaca

Prende a pugni e a schiaffi i passanti, poi si “barrica” in una tabaccheria

Pubblicato

il

Carabinieri e vigili urbani intervenuti nella tabaccheria di via Vittorio Emanuele

Carabinieri e vigili urbani intervenuti nella tabaccheria di via Vittorio Emanuele

di Vittorio Fiorenza

Va in escandescenza, schiaffeggia e prende a pugni i passanti e poi si “barrica” in una rivendita di tabacchi, fino a quando viene convinto ad uscire da carabinieri e vigili urbani.

Una mattinata di trambusto, ieri, nel cuore del centro storico di Biancavilla. Protagonista dell’episodio, un uomo già altre volte segnalato ai Servizi sociali e noto alle forze dell’ordine perché sottoposto in passato ad altri interventi di Tso (Trattamento sanitario obbligatorio).

Tutto comincia in piazza Roma, verso le 8.30. Qualche voce grossa e gesti violenti da parte di questa persona che soffre di problemi psichici. Poi l’esplosione di violenza con pugni e schiaffi nei confronti di chi si trova davanti. Poi, la “fuga” lungo via Vittorio Emanuele. Percorre qualche centinaio di metri, entrando nel tabaccaio all’angolo con via Francesco Crispi. Conosce il titolare, si sente al sicuro e non ne vuole sapere di uscire.

Da qui, la chiamata al 112 e alla polizia municipale di Biancavilla. Carabinieri e vigili urbani intervengono subito, ma impiegano alcune ore per tentare di calmare e tranquillizzare l’uomo.

Convinto ad uscire fuori dalla rivendita di tabacchi, è stato “intrattenuto” nella viuzza attigua dai militari e dai vigili urbani, fino a quando è arrivato il personale medico dell’ufficio “Igiene mentale” di Adrano per applicare il normale protocollo previsto per casi del genere con l’accertamento sanitario e la conseguente terapia sedativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Da una cicca di sigaretta all’incendio, soccorse due ragazze a Biancavilla

Intervento dei vigili del fuoco in un’abitazione di via Greco Sicula, nel quartiere “Cristo Re”

Pubblicato

il

© Foto Biancavilla Oggi

Una sigaretta che si pensava spenta nel posacenere finisce nella spazzatura, posta in sacchetti sul balcone, al primo piano di un’abitazione. Qualche minuto e si sprigionano fiamme e fumo. È accaduto in via Greco Sicula, a Biancavilla, nel quartiere della parrocchia Cristo Re.

Sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Adrano, che hanno messo in sicurezza i luoghi. Sul posto anche agenti della polizia locale.

Un’ambulanza del 118 con medico a bordo è stata chiamata per dare soccorso a due sorelle di 11 e 14 anni, le uniche che erano in casa. Avevano respirato i fumi e per precauzione si è preferito sottoporle all’esame medico. Per loro, comunque, nulla di grave. Non è stato necessario il trasporto al pronto soccorso dell’ospedale “Maria Santissima Addolorata”.

Quanto alla casa, al di là dei luoghi anneriti dal fumo, per fortuna resta agibile e quindi abitabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

DOSSIER MAFIA

I più letti