Connettiti con

News

A Biancavilla “arriva” il clown che rapisce i bambini, ma è solo una balla

Pubblicato

il

clown

di Vittorio Fiorenza

Anche a Biancavilla è psicosi. Una bufala a tutti gli effetti che si ingigantisce fino a preoccupare genitori ed insegnanti. La storia, falsa e infondata, racconta della presenza di uomini vestiti da clown o preti che stazionano davanti le scuole di Biancavilla (certe “versioni” indicano in particolare il plesso “Grassura” del Secondo circolo didattico), nel tentativo di infastidire o addirittura rapire i bambini.

Tutto falso, nessun motivo di preoccupazione. Eppure, decine di telefonate sono arrivate ai carabinieri e ai vigili urbani, tanto che la compagnia di Paternò ha avviato un’indagine per procurato allarme. Il fatto è che il passaparola, ai tempi di Facebook, viaggia a velocità della luce. Così, sui profili si moltiplicano messaggi di genitori allarmati che, in realtà, non fanno altro che alimentare la catena.

Basterebbe non dare ascolto a racconti palesemente inventati e soprattutto evitare di “spammare” sui social network post che esprimono timori quando non c’è alcun motivo. Semmai, si condivida su Facebook questo articolo per diffondere il messaggio contrario: la storia dei clown che rapiscono i bambini a scuola è una balla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Fai clic per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

Il gesto di un biancavillese d’adozione: donato un defibrillatore alla città

Il dispositivo elettronico “salva vita” è già stato collocato all’ingresso del palazzo comunale

Pubblicato

il

«Conosco il valore di uno strumento come il defibrillatore. Voglio donarne uno, a titolo personale, alla città che mi ha adottato».

L’ingegnere Giovanni Lau, 39 anni, originario di Misterbianco, ha mantenuto la promessa fatta prima che il virus scombinasse i piani di tutti: donare al Comune di Biancavilla un defibrillatore per metterlo a disposizione della città.

Adesso, nel corso di una cerimonia informale, il dispositivo elettronico è stato consegnato al sindaco Antonio Bonanno. Lau era accompagnato dalla moglie, Marinella Milazzo di Biancavilla.

«È un gesto disinteressato e di grande considerazione nei confronti della nostra città – commenta il sindaco Antonio Bonanno – la sensibilità e la collaborazione dei cittadini sono la conferma che la nostra comunità è viva e solidale».

Il defibrillatore donato è stato già installato all’ingresso del Comune, con l’aiuto dell’assessore Francesco Privitera. È a disposizione di tutta la comunità.

Pochi mesi fa, a Biancavilla, ignoti hanno rubato un defibrillatore posto all’esterno del Circolo Castriota, tra Piazza Roma e via Vittorio Emanuele. «Tra qualche settimana – assicura il consigliere Salvo Pulvirenti, presente alla posa – ne arriverà uno nuovo». Il sindaco lo ha ringraziato per essersi preso cura della sostituzione dello strumento sottratto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere

Trending

Nel rispetto dei lettori e a garanzia della propria indipendenza, questa testata giornalistica non chiede e rifiuta finanziamenti, contributi, sponsorizzazioni, patrocini onerosi da parte del Comune di Biancavilla, di forze politiche e soggetti locali con ruoli di rappresentanza istituzionale o ad essi riconducibili