22062018GOODNEWS:

Glorioso cede la fascia tricolore, inizia l’era del sindaco Bonanno

A Villa delle Favare la proclamazione ufficiale: «Sento forte l’emozione e la responsabilità, da domani al lavoro per Biancavilla». Il sindaco di Catania, Salvo Pogliese: «Felice per Antonio, un amico fraterno».

 

di Vittorio Fiorenza

L’era del sindaco Antonio Bonanno comincia a Villa delle Favare. Nella ex residenza signorile dei marchesi palermitani, ormai da anni di proprietà comunale e utilizzata come centro culturale polivalente, la proclamazione ufficiale e la consegna della fascia tricolore. A pronunciare la formula di rito è stato Massimo Lo Giudice dell’Ufficio centrale elettorale, delegato del Tribunale di Catania. Poi, è toccato al sindaco uscente, Giuseppe Glorioso, passare la fascia tricolore, che Bonanno ha subito indossato, tra gli applausi di una folla di sostenitori.

«Sono molto emozionato, ma consapevole –ha sottolineato Bonanno nel suo breve intervento di saluto– della responsabilità che questa fascia e questo ruolo comporta. Una responsabilità che assumo con la massima determinazione. Voglio essere il sindaco di tutti, presente ogni giorno tra i cittadini. E mi auguro di svolgere il mio mandato con il massimo rigore. Da domani saremo già al lavoro per la nostra Biancavilla».

Tra i presenti, anche l’ex parlamentare regionale biancavillese, Nino D’Asero, ed il nuovo sindaco di Catania, Salvo Pogliese, legato a Bonanno da un lungo percorso politico e di amicizia personale.

Le sue sono state parole di stima: «Antonio è un mio fraterno amico, prima ancora di essere un bravissimo dirigente politico. Ha ricoperto tutte le cariche dell’organizzazione giovanile provinciale e regionale, per le sue eccezionali qualità politiche e amministrative. Sono felicissimo, da sindaco di Catania e della Città metropolitana, di avere un interlocutore come Antonio Bonanno, che svolgerà una funzione fondamentale per la sua città. Con la mia contestuale vittoria, c’è di fatto una sorta di “gemellaggio” tra Catania e Biancavilla, comune che mi ha sempre riservato attestazioni di affetto, grazie a Bonanno, al suo gruppo e alla nostra comunità politica. Servirò tutto il territorio provinciale, ma con un occhio di riguardo per Biancavilla».

Adesso il formale insediamento di Bonanno al palazzo comunale e poi riunione con gli alleati. C’è da allestire la Giunta e bisogna delineare gli assetti del Consiglio Comunale, partendo da un’intesa su un nome per la carica di presidente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO