18082018GOODNEWS:

Blitz antiracket “Onda d’urto”, encomio solenne per sei carabinieri

di Vittorio Fiorenza

Un riconoscimento per i carabinieri della compagnia di Paternò e, in particolare, del Nucleo operativo e radiomobile, che si sono distinti nell’ambito dell’operazione antiracket “Onda d’urto”. Il blitz, eseguito a Biancavilla, nel dicembre 2016, portò alla falciatura di tre gruppi criminali, eredi del vecchio clan, con 12 arrestati. Tutti accusati di richiesta di pizzo ai danni dell’impresa funebre della famiglia Arena, ora sottoposta a protezione fuori Biancavilla con padre e due figli riconosciuti come testimoni di giustizia.

I militari che hanno avuto l’encomio solenne sono il capitano Angelo Accardo, comandante della compagnia di Paternò, assieme ai marescialli maggiori Rosario Tuvè e Francesco Rizzo, il maresciallo ordinario Marco Lo Cricchio, gli appuntati scelti Antonio Di Mauro e Carmelo Lavenia.

Questa la motivazione dell’Arma: «Comandante e addetto a nucleo operativo e radiomobile di compagnia operante in territorio caratterizzato da elevato indice di criminalità organizzata, evidenziando non comune senso del dovere, lodevole spirito di sacrificio e spiccato intuito investigativo, forniva determinante contributo a complessa attività d’indagine svolta nei confronti di un sodalizio criminale che, avvalendosi del metodo mafioso, estorceva danaro alle imprese. L’operazione si concludeva con l’arresto di 12 malviventi e la completa disarticolazione della consorteria».

I riconoscimenti sono stati conferiti a Catania, in occasione del 204° Anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri, alla presenza del comandante provinciale, il colonnello Raffaele Covetti, che ha illustrato i risultati raggiunti. Nella sua relazione, citata, tra le varie operazioni, anche quella relativa al caso biancavillese della “ambulanza della morte” con tre indagati, tra cui uno arrestato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO