18062018GOODNEWS:

Adesso la politica è in ebollizione: Mignemi abbandona Glorioso

A due mesi dalle elezioni amministrative, con una lettera Mignemi ha rassegnato le proprie dimissioni da assessore, sancendo di fatto la rottura con Glorioso. Manovre in corso per le candidature a sindaco.

 

di Vittorio Fiorenza

Vincenzo Mignemi ha rassegnato le dimissioni da assessore della Giunta di Biancavilla. Resta in carica come consigliere comunale. Nelle elezioni amministrative di cinque anni fa aveva partecipato con la lista “Civica della libertà” alla campagna elettorale a sostegno dell’allora candidato sindaco Antonio Bonanno. Poi, una volta entrato in Consiglio Comunale (il componente dell’assemblea più votato con 653 voti), il graduale avvicinamento alla coalizione di Glorioso attraverso “Articolo 4” di Lino Leanza, poi l’adesione al gruppo misto “CittAttiva”, quindi la costituzione del gruppo “Democratici per Biancavilla”.

«Non ho poltrone da dare a persone che in campagna elettorale non hanno sostenuto il mio schieramento», aveva detto Glorioso. Invece, la nomina ad assessore è arrivata nel marzo 2016.

Riferimento biancavillese di Luca Sammartino, che alle ultime Regionali ha racimolato qui una valanga di consensi, Mignemi in questi ultimi mesi è stato dato come perno del progetto politico che vede il fratello Carmelo un possibile candidato a sindaco. Progetto che, alla luce di ultimissime riunioni, di cui le dimissioni dell’assessore sarebbero l’effetto, potrebbe essere riveduto.

Nella sua lettera di dimissioni, Mignemi fa riferimento a “motivazioni personali”. Un copione fin troppo abusato. La realtà è che le ragioni sono “politicissime”. In fondo, tra due mesi si vota.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO