18012018GOODNEWS:

Il delitto di Valentina Salamone, esperti del Ris escludono suicidio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Il suicidio di Valentina Salamone è da escludere. Lo si sapeva già: i familiari lo dicono e lo ripetono fin da quando la giovane biancavillese è stata ritrovata senza vita in una villetta di Adrano. E adesso lo dicono gli esperti del Ris di Messina in udienza presso la Corte d’assise di Catania per il processo a Nicola Mancuso, 32 anni, accusato dell’omicidio della ragazza.

La posizione della corda, il tipo di nodo al cappio, la presenza di sangue della vittima, del suo presunto omicida e di un “ignoto 1” maschio, oltre alla traiettoria degli schizzi ematici permettono di escludere il suicidio.

Il procedimento è stato aggiornato al prossimo 8 febbraio per il contro esame del maggiore Romano, del capitano De Luise e del maresciallo Spitaleri.

Secondo i militari dell’Arma la scena del delitto sarebbe stata manomessa per simulare un suicidio. Nel procedimento sono presenti come parti civili i genitori e i fratelli della vittima, assistiti dall’avvocato Dario Pastore, e le associazioni Thamaia e Telefono rosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO