23112017GOODNEWS:

Nassiriya, il comandante Covetti ricorda il mar. Bruno a Biancavilla

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

di Alessandro Rapisarda

La strage di Nassiriya, una ferita ancora aperta. «Sono passati 14 anni da quel tragico giorno della nostra recente storia, divenuto per volere parlamentare “giornata della memoria per i caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace”».

È quanto si legge in una nota della sala stampa del comando provinciale dei carabinieri di Catania, nel giorno del ricordo della strage di Nassiriya. Tra le vittime pure il catanese Horacio Majorana e Massimiliano Bruno, originario di Bologna, ma sepolto al cimitero di Biancavilla per volere della moglie, una licodiese che Bruno aveva conosciuto negli anni di servizio prestati presso la caserma di Biancavilla.

«Quest’anno –prosegue la nota– le nostre vittime, “ambasciatori di pace”, sono state ricordate dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Catania, Colonnello Raffaele Covetti, che alla presenza dei familiari dei caduti, ha voluto far visita ai cimiteri di Catania e Biancavilla per rendere onore a due delle eroiche vittime, l’Appuntato Horacio Majorana e il Maresciallo Aiutante Massimiliano Bruno, deponendo sulle loro lapidi due cuscini di fiori a nome di tutta l’Arma dei Carabinieri».

Le cerimonie, che hanno registrato la presenza delle autorità civili e militari, hanno avuto il loro momento di commozione quando sono state benedette le tombe dei due caduti e quando è stata recitata la “Preghiera del Carabiniere”.

Zalando Privé

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO