24102017GOODNEWS:

Il ruvido rap d’esordio di Fak Totum: Antonio Ingrassia e la sua “Illusione”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

di Vittorio Fiorenza

«Ti fanno morire per un funerale, se non paghi il pizzo non puoi lavorare…». Versi ruvidi, ispirati da una realtà spesso spietata, quelli che segnano l’esordio rap di Fak Totum, ovvero Antonio Ingrassia. Il giovane biancavillese si propone con un pezzo e un video: “Illusione”, si intitola. E pesca dal contesto sociale in cui vive e dai rapporti personali.

Lampi di amare verità che si susseguono con un ritmo che si fa sfogo generazionale e, a tratti, denuncia: «Pensavi bastasse l’amore per esser felici? È tutta un’illusione…».

Appassionato fin da piccolo di musica, Ingrassia ha alle spalle anche un corso di produzione musicale in partnership con Sony music, oltre ad una formazione in sound engineering e tecnico del suono.

«Il brano “Illusione” è il mio primo video ufficiale sotto il nome Fak Totum. Sia la musica che il testo –dice a Biancavilla Oggi– sono stati prodotti, scritti e interpretati da me. Il testo è molto personale e nasce da un desiderio di denuncia a tutte le illusioni che viviamo, a tutto quello che credevamo fosse in un determinato modo ma che poi si è rivelato esattamente all’opposto».

Il mix e il master del brano sono stati effettuati al Green Studio, mentre il video (girato tra Biancavilla e Adrano) è stato realizzato da Edoardo Seminara (Anticlus Film).

Questo il testo integrale del brano.

Pensavi bastasse l’amore per esser felici?
pensavi che fossero tutti sinceri ed amici?
pensavi alla gente importassero i tuoi sacrifici?
Pensavi fosse thc ma sono soltanto vernici

Pensavi la vita cambiasse col voto che hai dato
Poi le elezioni ma cosa è cambiato?
Tu non sei mica quel raccomandato
Loro fanno i soldi tu resti sfigato

Pensavi che i soldi nel mondo non fossero tutto?
È colpa di questi se adesso il pianeta è distrutto
Gente che sugli occhi ha le fette di prosciutto
Non vede quanto tutto ciò sia brutto

Tabacco ed alcool te li puoi comprare
Con l’erba ti curi ma resta illegale
Ti fanno ammalare per farti curare
Ti fanno morire per un funerale

Se non paghi il pizzo non puoi lavorare
Finisce che poi te ne devi scappare
Neanche a un futuro potresti pensare
In questo mondo non serve pregare

Pensavi sui pezzi parlassi di lusso e mignotte?
Io dormo di giorno mi spacco e lavoro di notte
Perché se non corri sta vita purtroppo ti fotte
Mbare tu guarda tutte ste persone e capisci com’è che si sono ridotte

Questa è soltanto la mia concezione
Non serve fare autocelebrazione
Non ho bisogno di fare il coglione
Trovi la passione dentro la canzone

Io faccio musica per devozione
Parlo del mondo e la sua perversione
Produco sto beat ed è devastazione
Questo è il mio film…buona visione!

Pensavi bastasse l’amore per esser felici?
pensavi che fossero tutti sinceri ed amici?
pensavi alla gente importassero i tuoi sacrifici?
Pensavi fosse thc ma sono soltanto vernici vernici.. che qua

È tutta un’illusione
Tutta un’illusione
Pensavo aveste ragione
Invece tutta un illusione

È Tutta un illusione
Tutta un illusione
C’avevo un’altra impressione
Invece tutta un’illusione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page
Zalando Privé

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO