22112017GOODNEWS:

Cancelli e recinto a piazza Don Bosco ma le “casette” restano inutilizzate

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

piazza-don-bosco-cancello

Dopo anni di atti vandalici, il Comune si è “convinto” ad agire. Resta da capire quando e con quali criteri saranno assegnati gli stand, costati 200mila euro di fondi europei.

 

di Alessandro Rapisarda

Ci sono volute diverse mozioni in Consiglio Comunale e la presa di posizione di forze politiche di opposizione, associazioni e semplici cittadini affinché l’amministrazione comunale capisse di dovere intervenire in piazza Don Bosco.

Sono stati conclusi i lavori di recinzione dell’area destinata a zona mercatale con la presenza di stand in legno realizzati tramite il Gal Etna e con finanziamenti europei.

Le “casette” in legno, di cui Biancavilla Oggi si è occupata svariate volte per descriverne lo stato di abbandono e l’inciviltà di chi le ha ripetutamente vandalizzate, dovrebbero ospitare prodotti e manufatti dell’agricoltura e dell’artigianato rurale.

Soltanto dopo anni e anni di denunce, l’amministrazione Glorioso ha provveduto alla recinzione metallica con due cancelli, uno all’inizio di via della Montagna e l’altro nella parte opposta. Intuile dire che non c’è traccia di utilizzo degli stand, ormai ridotti in pessime condizioni.

Una doppia beffa: da una parte la città viene privata di una piazza e dall’altra, lo stesso spazio resta inutilizzato per come era stato previsto, nonostante i soldi arrivati da Bruxelles.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Zalando Privé

1 COMMENTO PUBBLICATO PER QUESTO ARTICOLO:
Cancelli e recinto a piazza Don Bosco ma le “casette” restano inutilizzate

  1. Alba ha detto:

    La più grande beffa e’ il sindaco Glorioso!!!! Non è CAPACE a far nulla..o meglio sarà capace almeno per prendersi lo stipendio???

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO