15122017GOODNEWS:

Operazione antimafia a Messina, arrestati pure due biancavillesi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page
carmelo-laudani-e-salvatore-galvagno

Carmelo Laudani e Salvatore Galvagno

Carabinieri del Ros e del comando provinciale di Messina hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare nei confronti di 30 persone accusate di associazione mafiosa, estorsione, trasferimento fraudolento di valori, turbata libertà degli incanti, esercizio abusivo dell’attività di giochi e scommesse, riciclaggio e possesso illegale di armi.

Tra i soggetti coinvolti e finiti in manette figurano pure due imprenditori biancavillesi: Carmelo Laudani (classe 1973) e Salvatore Galvagno (nato nel 1976).

Secondo la Dda messinese sarebbero «tutti connessi a un disegno di gestione di interessi economici illeciti contrassegnati da riservatezza e reciproca affidabilità».

Il blitz è scattato nelle province di Messina, Catania, Siracusa, Milano e Torino, con il coordinamento del procuratore aggiunto Sebastiano Ardita e dei sostituti Liliana Todaro, Maria Pellegrino e Antonio Carchietti.

Le indagini del Ros hanno accertato per la prima volta la presenza di una cellula operativa a Messina della famiglia mafiosa dei Santapaola di Catania. Il gruppo avrebbe avuto interessi negli appalti pubblici grazie alla collusione di alcuni funzionari dell’amministrazione comunale per l’acquisizione di immobili da adibire ad alloggi popolari, ma avevano anche interessi nelle corse clandestine di cavalli, nella distribuzione di macchinette video-poker e nelle scommesse di calcio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO