22112017GOODNEWS:

Pulizia-tampone di piazza Don Bosco ma non basta e Ncd lancia ultimatum

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

nomadi-in-piazza-don-bosco4

Operatori in azione in piazza Don Bosco, a Biancavilla. Le denunce giornalistiche e le prese di posizione politiche hanno spinto l’amministrazione comunale ad intervenire su un’area diventata terra di nessuno, come molto spesso ha raccontato e documentato Biancavilla Oggi.

Un provvedimento tampone. C’è da scommetterci, purtroppo, che tra qualche settimana tornerà tutto come prima, tra gruppi nomadi che si stanziano in quella piazza, bambini che giocano pericolosamente sui tetti delle “casette” del Gal Etna ed azioni di vandalismo incontrollate ed impunite. Una terra di nessuno, appunto.

La pulizia non basta, evidentemente. Aspetto su cui intervengono con una nota, i consiglieri del gruppo del Nuovo Centrodestra, Ada Vasta e Mario Amato, assieme a Giuseppe Bua.

«Riteniamo che l’ordinario intervento di pulizia non basti a risolvere il problema della sicurezza delle “casette” e del loro utilizzo per il fine per il quale sono state create. Problema sollevato più volte attraverso interrogazioni, mozioni, interviste ed appelli pubblici. Purtroppo non abbiamo avuto, ancora, alcun riscontro da parte dell’Amministrazione Comunale. Al sindaco, alias presidente del Gal, chiediamo di iniziare le procedure per la risoluzione definitiva del problema, entro 20 giorni. In caso contrario coinvolgeremo gli altri consiglieri di opposizione (Fratelli D’Italia e Forza Italia) che hanno sposato le varie iniziative e ci rivolgeremo alle autorità di vigilanza competenti, anche europee, per accertare le responsabilità. Non possiamo sprecare così i soldi dei cittadini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Zalando Privé

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO