24112017GOODNEWS:

Oltre 18mila biancavillesi al voto
Un referendum da batti-Quorum

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

trivelle

Si vota dalle ore 7 alle 23 della sola giornata di domenica. Per la campagna referendaria, le forze politiche (da quelle del sindaco Glorioso al Centrodestra) sono state latitanti. 

 

di Vittorio Fiorenza

Sono 18.529 i biancavillesi chiamati alle urne per il quesito referendario contro le trivelle e l’ulteriore sfruttamento degli idrocarburi. Gli aventi diritto al voto sono 9697 donne e 8832 uomini.

Resta l’incognita del quorum per la validità della consultazione. Le forze politiche a Biancavilla, sia quelle che fanno riferimento al sindaco Giuseppe Glorioso che quelle di Centrodestra, così come il Movimento Cinque Stelle, sono state praticamente latitanti.

Qualche manifesto a favore del “Sì”. Ma nulla di più. Da segnalare anche un volantinaggio e una postazione gazebo in piazza Roma, promosso dal comitato del “Sì” con la presenza del segretario regionale di Rifondazione Comunista, Mimmo Cosentino. Per il resto, totale silenzio: sintomo (uno dei tanti) di una vita democratica cittadina inesistente.

L’orario per esprimere la propria preferenza va dalle ore 7 alle ore 23 della sola giornata di domenica.

Con delibera di Giunta del 2014 le sezioni elettorali sono state rimodulate, portandole da 30 a 20. Per gli elettori, resta comunque invariato l’edificio scolastico in cui andare a votare. Personale del Comune sarà presente per indicare la nuova sezione oppure si possono consultare i cambiamenti apportati sul sito web del Comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Zalando Privé

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO