14122017GOODNEWS:

Il parcheggio riservato ai disabili occupato… dall’auto dei vigili urbani

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page
auto-vigili-urbani-in-sosta-nel-parcheggio-dei-disabili

L’auto della polizia municipale nelle strisce gialle in via Lischetti

Il comandante Lanaia: «Sono stato io stesso a sostare lì, ma è stato per 4-5 minuti». L’assessore Grazia Ventura: «Non è ammissibile da parte di chi deve dare l’esempio, ci scusiamo con i cittadini, non deve accadere più».

 

di Vittorio Fiorenza

No, non poteva passare inosservata una cosa del genere. Al tempo degli smartphone sempre in mano, basta un clic per documentare il mancato rispetto delle regole. A Biancavilla –è risaputo– basta fare un giro e in una manciata di minuti si possono fare corposi servizi fotografici su abusi, norme calpestate e inciviltà.

Ma questa volta è diverso. Ad infrangere le regole sono stati coloro che dovrebbero garantirle. Già, perché la foto in questione, segnalata a Biancavilla Oggi e che qui pubblichiamo, mostra un’auto della polizia municipale parcheggiata tra le strisce gialle, davanti al cartello che indica in evidenza lo stallo riservato ai disabili, in via Lischetti, stradina vicina agli uffici della Cgil.

«Sì, in effetti è successo ieri mattina. Sono stato io stesso –ammette il comandante della polizia municipale, Vincenzo Lanaia– a parcheggiare lì. Capisco che non si faccia, ma vi era una necessità di servizio (non meglio precisata, ndr) e, non essendoci posto nella zona, ho messo l’auto in quello stallo. Posso garantire comunque che l’auto è rimasta parcheggiata all’incirca per 4 o 5 minuti».

Non usa molti preamboli, invece, l’assessore alla Polizia municipale, Grazia Ventura: «L’amministrazione comunale si scusa per l’episodio e, senza mezzi termini, diciamo che nel 2015 non è ammissibile una cosa del genere. È mortificante e, anche se l’auto è stata parcheggiata per pochi minuti, non è giustificabile. Provvederò a chiamare i vigili urbani, un fatto simile non deve ripetersi perché la polizia municipale è tenuta a dare l’esempio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO