18112017GOODNEWS:

Un altro morto per mesotelioma, D’Asero: «Non abbassare la guardia»

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

nino-dasero

Il parlamentare regionale biancavillese interviene dopo la notizia del 53esimo decesso per tumore alla pleura pubblicata da Biancavilla Oggi: «Purtroppo si registra un’attenzione altalenante».

 

«Non bisogna abbassare la guardia sull’emergenza fluoroedenite a Biancavilla. Il rischio purtroppo ancora c’è e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti e continuano a pagarle i cittadini».

Così il capogruppo all’Ars del Nuovo Centrodestra Nino D’Asero, originario del paese etneo, interviene dopo la notizia pubblicata da Biancavilla Oggi sull’ultimo decesso, il primo del 2015, per mesotelioma pleurico causato dalle fibre del pericoloso minerale.

«Al di là delle bonifiche, il problema ancora esiste e va costantemente monitorato e studiato; per questo – aggiunge il parlamentare regionale – mi sono battuto per l’istituzione dell’Osservatorio, per la legge regionale sull’amianto, per l’istituzione del registro sui tumori all’ospedale e per l’inserimento di Biancavilla, avvenuto quale mese fa, nel progetto aree a rischio, finanziato dal fondo nazionale, assieme a Gela, Priolo e Milazzo».

«Iniziative – sottolinea D’Asero – finalizzate principalmente all’analisi delle conseguenze connesse al problema. Negli ultimi mesi infatti sui rischi legati all’esposizione alla fluoredenite c’è stato un atteggiamento altalenate che ha fatto calare l’attenzione, quando invece – conclude – bisognerebbe continuare a tenere i riflettori accesi per trovare una soluzione al problema che a Biancavilla ha già causato ben 53 morti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Zalando Privé

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO