22112017GOODNEWS:

Morte in carcere di Carmelo Castro,
la madre attende ancora giustizia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

A sei anni dalla morte in una cella del carcere catanese di piazza Lanza, resta il mistero su Carmelo Castro. Il giovane biancavillese erano finito dietro le sbarre per avere fatto da “palo” in una rapina ad una tabaccheria di via Cristoforo Colombo. A distanza di pochi giorni, il “suicidio” (assai presunto) mentre era in una cella di isolamento. Almeno così fu archiviato il caso. In realtà, sono innumerevoli le contraddizioni e le incongruenze. E i dubbi che possa essersi trattato di un altro “Caso Cucchi” sono parecchi. L’inchiesta resta aperta.

Fin dalle fase immediatamente successive al suo arrestato da parte dei carabinieri, peraltro, ci sono molti aspetti da chiarire. Nella foto segnaletica scattata dai militari sono evidenti i segni di violenza al volto del giovane.

In questa intervista rilasciata nel 2010 in esclusiva al tg di Telecolor, la madre lanciava precise accuse. Per la prima volta, si puntava il dito sugli aspetti oscuri di questa triste vicenda e si cominciava a dubitare della versione ufficiale.

Biancavilla Oggi ripropone il servizio di Vittorio Fiorenza per l’emittente televisiva siciliana con l’accorato appello di una madre che chiede giustizia per il figlio morto mentre era nelle mani dello Stato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Zalando Privé

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO