18112017GOODNEWS:

«Mai più morti sulla Ss 284»
Symmachia fa tappa a Biancavilla

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Banner Foto Gallery
volantinaggio-symmachia-per-la-sicurezza-sulla-ss284-8


GALLERY


foto di Sara Ricca

«Non vogliamo più morire sulla 284». Gli attivisti dell’associazione Symmachia fanno tappa a Biancavilla per chiedere interventi di sicurezza sulla pericolosissima arteria, quasi quotidianamente interessata da incidenti, spesso mortali.

Dopo le iniziative di denuncia e sensibilizzazione promosse ad Adrano, volantinaggio dei giovani dell’associazione allo svincolo di Biancavilla. In piazza Roma fissato, invece, l’appuntamento per la petizione popolare con un documento da inviare agli organi competenti. Oltre ai soci di Symmachia, presenti pure il gruppo scout “Biancavilla 1” e il gruppo giovanile Yvii.

«Il “mese di lotta” per la Ss 284 è stato ideato –si spiega in un comunicato– per chiedere urgenti e duraturi interventi di messa in sicurezza della trafficata arteria, in particolare nel tratto Adrano-Paternò. Proprio questa porzione di strada è stata teatro di innumerevoli incidenti stradali, anche mortali».

Fra questi, anche l’incidente in cui ha perso la vita il giovane adranita Salvo Muni: la madre, Angela Migliastro, ha condiviso immediatamente le iniziative di Symmachia. Insieme alla presidente Angela Anzalone, la signora Migliastro ha firmato la lettera che è già stata inviata al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, al Prefetto di Catania, al Presidente dell’Anas, alla Regione Sicilia e ai sindaci di Adrano, Biancavilla, Santa Maria di Licodia e Paternò.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Zalando Privé

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO