24112017GOODNEWS:

Lezione di greco ai bambini delle Elementari con docenti universitari

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page
lezione-di-greco-ai-bambini-istituto-maria-ausiliatrice

Un momento di una lezione in classe all’Istituto Maria Ausiliatrice di Biancavilla

Bambini di scuola elementare a lezione di greco tenuta da docenti universitari. È un’iniziativa singolare ed inedita, quella che viene sperimentata nelle classi dell’Istituto “Maria Ausiliatrice” di Biancavilla, gestito dalle suore salesiane.

E contrariamente a quanto si possa immaginare, i bambini stanno rispondendo agli incontri didattici con entusiasmo, coinvolgimento e curiosità.

A proporre i progetti “Dal greco antico al greco moderno: le radici della lingua e della civiltà” e “Giocando e parolando in greco” è il dipartimento “Studi umanistici” dell’Università di Catania con il coordinamento della prof. Katerina Papatheu con l’assistenza di Antonio R. Pasqualino e Roberta Riciputo.

Rispetto ai tanti progetti didattici che investono, spesso in maniera frivola e didatticamente discutibile, gli studenti, l’iniziativa che coinvolge l’istituto scolastico biancavillese ha senz’altro una valenza didattica molto articolata.

Il progetto si pone come obiettivo formativo generale di fare acquisire le conoscenze strutturali di base della lingua e della civiltà greca attraverso l’apprendimento interattivo e ludico.

«L’apprendimento della lingua moderna, inoltre, contribuisce –viene spiegato dai promotori dell’Università di Catania– anche all’affermazione personale degli individui e agli scambi interculturali, promuovendo sia un atteggiamento positivo verso l’“altro” in genere sia un atteggiamento funzionale all’acquisizione di comportamenti orientati alla solidarietà, alla cooperazione, alla diversità e all’accoglienza. In tal modo lo studente è orientato verso un ridimensionamento degli stereotipi culturali che solitamente assorbe – in modo passivo e inconsapevole – dal mondo circostante, così da guidarlo a una maggiore comprensione e rispetto dei contesti culturali estranei al proprio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Zalando Privé

LASCIA IL TUO COMMENTO

INVIA IL COMMENTO